Patentino per frigoristi, pochi ne parlano, tanti ne avranno bisogno

Di tutti gli installatori che mi chiedono normalmente consigli solo uno mi ha chiesto delucidazioni riguardo la necessità, a breve, di avere il patentino per installare e manutenere impianti funzionanti con gas refrigeranti fluorurati. Ho allora fatto un veloce giro di telefonate e molti fanno “spallucce”. Ho capito che la disinformazione la fa da padrona.
Secondo la Regolamentazione Europea 842/06, i Tecnici che realizzano installazione, manutenzione e riparazione degli impianti contenenti gas refrigeranti fluorurati HFC (es. R134a, R404a, R507, R410a…), a prescindere dalla quantità in essi contenuta, devono essere in possesso della relativa certificazione.
Il DPR n.43 del 27/01/12 è stato pubblicato lo scorso 20/04/12 sulla Gazzetta Ufficiale e a breve sarà obbligatorio avere questa benedetta patente anche alla luce della bozza di decreto del 21/09/12 riguardante le sanzioni non proprio abbordabili (da 7.000 a 100.000 euro).
Per ottenere la patente è necessario frequentare un corso e sostenere un esame teorico e pratico. Il costo per l’intero iter si aggira attorno ai 1500€. Al momento non vi sono molti centri accreditati per lo svolgimento del corso e soprattutto dell’esame. Sono al corrente che il corso e l’esame si possono fare presso il Centro Galileo, la Daikin o la Immergas. In particolare nel sito del Centro Galileo ci sono molte informazioni utili al riguardo.
I gas frigorigeni non potranno più essere venduti a chi non è in possesso del patentino e udite, udite, stanno discutendo la possibilità di vietare le macchine split precaricate. La carica può essere fatta solo dopo l’installazione da un operatore patentato. La volontà del legislatore e, soprattutto, della Comunità Europea, è quella di far maneggiare questi gas altamente inquinanti a chi è veramente all’altezza cercando di tagliare, una volta per tutte, i praticoni del faidate che si approvvigionano nei Brico o su ebay. Anche gli elettricisti che in tutti questi anni si sono inventati frigoristi li voglio proprio vedere a fare l’esame di brasatura capillare forte.
Spero che le associazioni di categoria capiscano l’importanza di questa patente e comincino a organizzarsi.
Ecco alcuni documenti di utile consultazione sull’argomento
A questo LINK potete poi trovare tutti i corsi organizzati da Aicarr
Share
Questa voce è stata pubblicata in Impianti, Patente frigoristi. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Patentino per frigoristi, pochi ne parlano, tanti ne avranno bisogno

  1. lorenzo scrive:

    un’ altra tangente da versare pro enti accreditati, pro camere commercio la vergogna di un presidente della repubblica che firma testi senza neppure sapere cosa sono.
    Un corso mi abilita alla capacità e responsabilità, o se fossi pirla continuerò ad esserlo anche dopo il corso??????

  2. Antonio soranno scrive:

    Sono convinto che ognuno di voi che ha lasciato un commento abbia ragione, anche chi ci prepara per il corso di formazione ha ragione, chi non paga ha torto .
    Se vuoi avere ragione devi pagare……

  3. Giulio scrive:

    Posso confermare che a tutt’oggi RIVOIRA, SALDOGAS, SAPIO, TAZZETTI, forniscono gas refrigeranti ad Aziende non certificate, e a frigoristi non patentati.
    Questa la regolamentazione (CE) 842/2006 altro che il protocollo di Kyoto

  4. Davide scrive:

    E il l’ora chi fa il decoratore e l’imbianchino di professione
    E tutti si imptovisano allora ci sarebbe da fare un bel discorsetto
    Al riguardo. Io pendo che abbiamo tutti il diruto di lavorare
    E allora facciamo le case come di deve
    Ognuno al suo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *